domenica 25 dicembre 2011

cappelletti come piacciono a me

è natale... e anche se noi siamo in cina non ci si può esimere dai cappelletti!
per cui ecco la ricetta dei cappelletti così come li fanno mame e giorgio e come piacciono a me

e questo è il risultato
per la sfoglia:
un uovo ogni etto di farina
un pizzico di sale
se serve un goccio d'acqua

per il ripieno (4 uova di sfoglia): 
2 h formaggio fresco di mucca
2 h ricotta
1 h mascarpone
2 h stracchino
parmigiano per insaporire
un pizzico di sale

buon natale a tutti!



domenica 18 dicembre 2011

trattoria la puraza

un classico. lo proviamo un martedì sera, per cena.
un ragazzo ci indica un posto libero non appena entraimo nel parcheggio, un altro ci dà il benvenuto appena varchiamo la soglia. non abbiamo prenotato, il locale è grande, ma la veranda chiusa con le vetrate e riscaldata con le lampade, è quasi piena.
niente menù, ma personale molto disponibile.
una bottiglia d'acqua e mezzo litro di bianco della casa frizzante per cominciare.
ordiniamo due antipasti: 
cannelli gratinati, mazzancolle al sale e sardoncini alla griglia
vongole e cozze 
non facciamo in tempo ad ordinarlo che l'antipasto è già in tavola... non era malvagio, ma...
una grigliata e un fritto per proseguire. la grigliata è buona, abbaondante e varia tanto che non arriviamo a mangiare il fritto - complice il fatto che è molto unto e per niente saporito. nessuno ci chiede perché il fritto è rimasto quasi intatto
chiudiamo con un sorbetto e una crema catalana non eccezionali
giudizio sospeso...

via s. aquilina, 2/E
0541751046
euro 85,00
coperti 2
provato il 20/09/2011
voto :l

domenica 11 dicembre 2011

trattoria renzi

la prenotazione è obbligatoria in questo regno della tagliatella, nonostante il locale sia piuttosto grande.
pochi i piatti offerti - salumi tagliati a mano, formaggi, i secondi classici della tradizione romagnola - ma non importa: qui si viene per mangiare le tagliatelle!
e così facciamo anche noi:
un assaggio di affettati - lardo, prosciutto, testa e due tipi di salame - una porzione di pecorino, piada e insalata con la cipolla, giusto per preparare lo stomaco e poi 5 porzioni di tagliatelle al ragù - buone, ben condite e neanche troppo pesanti... un'autentica gastrolibidine direbbe un tizio che conosco!
vino della casa nel fiasco, due bottiglie d'acqua.
niente dolci, solo tre caffè e tre amari per finire.
p.s. non abbiamo fatto foto, ma vi consiglio la gallery del sito ufficiale per vedere come/dove "nascono" le tagliatelle!

via canonica, 2122 - santarcangelo di romagna
0541627197
coperti 5
euro 80,00
provato il 26/11/2011
voto: :))

domenica 4 dicembre 2011

pesce spada

bello questo locale di fronte al mare, arredato in maniera essenziale nei toni del bianco e del marrone, molto luminoso.
lo proviamo un venerdì a pranzo, a rimini è la festa del patrono.
cominciamo, dopo una delicata entrata di benvenuto, con gli antipasti:
trancio di baccalà al forno con salsa di pomodoro gratin e sedano croccante,
capasanta con alloro e guanciale su un letto di porcini,
un'insalata tiepida di calamari e gamberi su misticanza con vinaigrette alle mele - sicuramente il più visto tra i tre antipasti, ma ottimo con gamberi e calamari cotti alla piastra che si sciolgono in bocca.
i miei optano per una degustazione di antipasti e oltre al baccalà, assaggiano il filetto di sgombro con purea di zucca e rosmarino e la tartare di tonno, crema di bufala e germogli - quest'ultima veramente, veramente buona!

proseguiamo con:
un fritto misto con verdure - presentato nel cartoccio
bocconcini di rana pescatrice con melanzane
hamburger di tonno - servito con patate e una senape dolce eccezionale!

 
visto che ci siamo e che è un giorno di festa proviamo anche i dolci!
spuma di nutella
brownie
crumble di mele - bello e buono, servito nel barattolino, come va di moda adesso, ricco di frutta, non solo mele, e con un bicchierino di gelato alla vaniglia.










unica nota stonata: i caffè. in estate il ristorante è a  serve anche i clienti del noha suite hotel e la macchiana del caffè lavora di continuo, ma ora l'hotel è chiuso... e i nostri cinque caffè sono i primi della giornata... nel conto non compaiono!
2 calici di vino e due bottiglie d'acqua completano il conto.

viale d'annunzio, 223 - riccione
0541660460
coperti 5
euro 150,50
provato il 14/10/2011
voto :))

domenica 20 novembre 2011

i malardot

il locale è particolare: tante cose - non oggetti, proprio 'cose' - appese al soffitto e alle pareti. forse troppe! alcune belle e interessanti, altre, come le due vestaglie ai lati della porta d'ingresso a una delle sale, decisamente fuori luogo e di cattivo gusto.
non abbiamo prenotato, è sabato sera, ma è presto e troviamo posto.
tralasciamo antipasti e primi e ci dedichiamo ai secondi:
-due porzioni di coniglio in porchetta - buono, ma decisamente scarso! dicono i miei commensali
-una trippa - senza infamia e senza lode
-uno scortichino all'aceto balsamico - idem come sopra
-un piatto malardot: pancetta, scamorza e parmigiana - buona l'idea di dare la possibilità di assaggiare più cose sfiziose, peccato che a parte la parmigiana il resto sia arrivato al tavolo freddo...
come contorno due porzioni di cipolle alla piastra - penso che sia la cosa che è piaciuta di più a tutti!
2 bottiglie d'acqua, 1 di scabi per quanto riguarda il bere.
per finire tre amari e due caffè. nel conto non compaiono gli amari, forse ce li ha offerti, in compenso sono segnati due euro di piada, evidentemente non compresi nel coperto.
gentile la cameriera albanese, anche se ha scambiato un cinar con un cinzano al momento degli amari!
un'ultima nota: tra le tante cose appese alle pareti, a decorare la 'zona cassa' ci sono cartoline, foto e calendari del duce, un vero e proprio inno al fascismo per cui, al di là del cibo, questo non è il locale per noi!

via castello, 35
47825 torriana
0541675194
coperti: 5
euro 75,00
provato l'08/10/2011
voto :I

lunedì 14 novembre 2011

un post per... andrea e mame - soufflé ai formaggi e zafferano

provata :))

200 ml di latte
50 g di farina
50 g di burro
50 g di emmental
50 g di provolone
30 g di scamorza affumicata
2 uova intere + 2 albumi
1 bustina di zafferano

taglia a dadini i formaggi - la ricetta originale prevede emmental, provolone e scamorza, ma viene bene anche con altre tipologie di formaggi, specialmente i "rimasugli del frigorifero"!
sciogli lo zafferano nel latte e scaldalo senza farlo bollire. fai una besciamella con il burro sciolto, la farina e il latte allo zafferano.
aggiungi i formaggi, falli sciogliere e lascia inteipidire. aggiungi i tuorli e gli albumi montati a neve.
distribuisci in 4 stampini e inforna per 5' a 210° e per altri 15' a 160°.

 tratto da cucina naturale aprile 2008

io solitamente accompagno i soufflé con una purea di misto cavoli (cavolfiore, broccoli, romano) ripassati con burro e parmigiano... giusto per non farmi mancare niente!


domenica 13 novembre 2011

il merlo (trattoria regini)

trattoria a gestione famigliare, decisamente anacronistica,  a tratti squallida. 
vale la pena andare in questo posto solo per la cacciagione, per cui conviene telefonare e prenotare, insieme al tavolo, anche i piatti. noi prenotiamo tagliatelle al ragù d'anatra e spiedini di allodola.
approfittiamo di un ottobre eccezionalmente caldo per mangiare fuori, in "veranda"!
le tagliatelle sono fatte in casa, spesse - personalmente le preferisco più sottili -, ma il sugo è buono e il risultato non è affatto male.
io non amo la caccia, per cui questo non è il ristorante adatto a me, ma voglio provare - non l'ho mai fatto in tutte le volte che sono venuta a mangiare in questa trattoria con mia nonna - e assaggio un'allodola... sono cotte sul 'focone'... continuo a esprimere il mio parere negativo sulla caccia, ma capisco che possa piacere e vedo facce soddisfatte al mio tavolo!
Insalata con la cipolla e gratinati chiudono il pasto; da bere 3 bottiglie di rosso della casa e 1 bottiglia d'acqua.
5 caffè - tremendi - e 3 amari.
nel conto compaiono anche, oltre a un euro di coperto a testa, sei euro di piada...

via vecchia emilia, 491 - santarcangelo
0541680150
coperti:6
euro 147,50
provato il 06/10/2011
voto :) ma solo se si mangia la cacciagione!

domenica 6 novembre 2011

la moretta

Santa Bilò-La moretta
un'altra giornata di festa passata ad ancona: ottima la compagnia, ancora una volta perfetti aperitivo al bar torino e after dinner al liberty, peccato per la cena...
prima di partire - questa volta siamo andati in treno - abbiamo prenotato, dal momento che, diversamente dall'ultima nostra gita anconetana, al centro della serata c'era la cena.
entriamo in questo locale storico, luci soffuse, pareti ricoperte di legno, tovaglie scozzesi rosse e verdi. ci fanno accomodare.
il cameriere si presenta per prendere l'ordinazione senza averci portato il menù: "non importa - dice - ci sono io". bene, non importa, conosciamo il ristorante, sia perché alcuni di noi sono già venuti, sia per aver dato un'occhiata al sito. ci elenca alcuni piatti, non nomina il piatti forti del locale: stoccafisso all'anconetana e fritto misto alla marchigiana.
noi in realtà vorremmo assaggiare proprio quest'ultimo piatto: olive all'ascolana, verdure, agnello e crema "fritti fritti fritti".
per non esagerare e goderci il fritto chiediamo se è possibile ordinare un assaggio (facciamo per 5) di gnocchi con sugo di pesce... da bere ordiniamo verdicchio zaccagnini.
arrivano gli gnocchi: cinque piatti pieni e due vuoti... siamo amici, non è un problema dividere un piatto fra di noi, ma non è mai bello! non credo che sporzionare gli gnocchi in sette piatti o riempire una pirofila avrebbe rallentato troppo il lavoro della cucina... se avessimo chiesto sette pietanze diverse cosa sarebbe successo? lo facciamo notare al proprietario, il quale dopo aver parlato con il cameriere si scusa per "averci fatto lavorare un po'" e ci offre altre due porzioni di gnocchi. rifiutiamo: se li avessimo voluti li avremmo ordinati e soprattutto non ne vale la pena.
per il secondo aspettiamo un tempo esagerato, ma il fritto vale l'attesa!
5 caffè e un orrendo amaro scelto dal proprietario - il cameriere non si è più avvicinato al tavolo! - completano la cena.
per la ricevuta - n.b. non la fattura - dobbiamo chiedere, al che ce ne regalano un altro paio...
probabilmente si è trattato di un grande fraintendimento che ha poi dato il via a una serie di cose non proprio piacevoli, ma non credo che ci torneremo tanto presto!

p.zza del plebiscito, 52 - ancona
[p.zza del papa]
071202317
coperti 7
euro 210,00
provato il 31/10/2011
voto :(

lunedì 31 ottobre 2011

piovono polpette!

provata :)

dopo anni mi sono decisa a comprare un pollo arrosto per il pranzo della domenica con tanto di patatine al formaggio proprio come quando ero bambina, il dramma è: una volta che abbiamo divorato ali e cosce cosa me ne faccio del resto? la risposta è semplice: le polpette!

quindi, per realizzare queste polpette occorre - naturalmente tutto rigorosamente a occhio:
petto di pollo arrosto, compresa la pelle
1 uovo
2 fette di pane in cassetta
latte q.b. per ammollare le fette di pane
parmigiano grattugiato
peperoncino
zenzero
pan grattato
sesamo
olio per friggere

metti nel frullatore il pollo tagliato a pezzi.
fai ammollare il pane nel latte, strizzalo e aggiungilo al pollo nel frullatore.
aggiungi poi l'uovo, il parmigiano, il peperoncino e lo zenzero. frulla il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo, non troppo liquido (nel caso invece che il frullatore non giri aggiungi un po' di latte e un filo d'olio).
forma delle polpette con le mani, se hai pazienza falle piccole piccole: diventano una specie di droga!, una tira l'altra. falle rotolare nel pan grattato e nei semi di sesamo: sono pronte per essere fritte e mangiate.

se le polpette vi piacciono vi consiglio questo libro:
polpette di karen fingerhut e olivie rouault, guido tommasi editore

polpette da aperitivo, gastronomiche, vegetariane, ma anche dolci...

domenica 23 ottobre 2011

gambero rozzo

dopo tutta la confusione e i fraitendimenti vari non potevamo non venire a provare anche questo ristorante! 
Me lo aspettavo diverso, più intimo; invece è piuttosto grande, un po'  turistico anche se carino, ma ci sono troppi tavoli, un po' troppo vicini - abbiamo pregato che nessuna coppia fosse costretta ad occupare il tavolo così vicino al nostro da non poter non prendere parte alla conversazione!
ordiniamo una bottiglia di acqua gassata, una naturale e una bottiglia di rebola. ci portano una ribolla, ma noi ci teniamo a rimanere in romagna e veniamo accontentati.
passiamo al cibo: 
3 porzioni di alici con pane nero e burro salato - il piatto si presenta molto bene ed è buono, ma il pane è quasi puramente decorativo: sono piccolissimi quadretti già imburrati e non sono sufficienti per accompagnare le alici;
una porzione di lumachini - gustosi!
ci differenziamo nella continuazione:
un solo primo: mezzemaniche con ceci, vongole e coda di rospo - buone
e tre secondi:
un secondo del giorno scelto tra i fuori menù segnati sulla lavagna: palombo con crema di broccoli e cavolfiore gratinato - il pesce è buono, arriva ricoperto di qualcosa di scuro che non è pepe e non sono semi, ho dovuto chiedere, non ci sarei mai arrivata: cipolla fritta ed essiccata o qualcosa del genere!
crudità di pesce - va preso alla lettera: pesce e non conchiglie, ma quello che importa è che è buono!
grigliata di sardoncino - buona, cotta bene ma completamente insipida
infine i dolci:
dividiamo una crostata di pere calda e una mousse di fragola, entrambi buoni, ma non da urlo!
2 caffè completano il conto.


via fiume, 58 - cattolica
tel 0541968253
coperti: 4
euro: 123,50
provato il 15/09/2011
voto :)-

mercoledì 19 ottobre 2011

parentesi - mcdonald's & marchesi

alla fine ha vinto la curiosità: ieri sera sono dovuta andare a provare 'vivace' il panino che gualtiero marchesi ha creato per medonald's e me lo sono dovuto anche sudare dal momento che al mcdonald's di marina centro era esaurito e siamo dovuti arrivare al mcdrive di riccione!
aspettativa
comunque... questo il primo confronto:

realtà











"un velo di maionese alla senape, spinaci spadellati, cipolla dolce e carne bovina; il tutto arricchito da un croccante strato di becon e racchiuso in pane caldo ai semi di girasole".
questa la teoria, in realtà l'unica cosa che mi è piaciuta è stata la maionese alla senape, anche perché è l'unico sapore che è emerso! il resto rimane tutto un po' troppo anonimo.
carino il packaing: scatola in cartoncino, prevalentemente chiara con le illustrazione dei singoli ingredienti sui lati e una illustrazione 'corale' sul coperchio.
mezzo punto in più per 'minuetto' il dolce sempre firmato dal maestro marchesi: crema al mascarpone su una fetta di panettone con canditi, mandorle e cioccolato.
nel complesso no, mi dispiace ma marchesi & mcdonald's è un connubio che, almeno per il momento, non mi è piaciuto!

tre menu medi, con coca cola e due minuetto: euro ventisette... :I

domenica 16 ottobre 2011

osteria al gambero sbronzo

siamo arrivati  a questo ristorantino sulla spiaggia grazie a un fraintendimento e a una prenotazione sbagliata... ma visto che c'eravamo... ci siamo fermati.
mi ispirano gli antipasti, trovo un alleato e ci facciamo preparare un assaggio di 4 antipasti:
una insalatina di polipo con tortino di patate viola - molto delicato, direi quasi non condito e con patate gialle...
carpaccio di ricciola affumicata con mele verdi  e germogli di porro - non ho capito perché marco, il patron del locale, mi abbia consigliato di inziale dalla ricciola, che ha un sapore forte, piuttosto che dal tortino di patate e polipo così delicato...
un toast di pesce... scusate ho una dafaiance... non ricordo cosa c'era dentro... eppure mi è piaciuto... sarà l'età... ;( o forse è la falanghina che abbiamo scelto, oltre all'acqua, per accompagnare la nostra cena che fa il suo effetto!
i gamberi sbronzi, sfumati al martini - buoni, anche se "rossi".
interessante il cestino del pane.
gli altri commensali si concentrano su un solo antipasto - gambero sbronzo e tortino di patate e polipo - e poi proseguono con 
un tonno mcnugget - simpatica l'idea, molto buono il tonno che risulta appena scottato e fritto in pastella, accompagnato da patatine e da un ottimo ketchup al curry
bocconcini di ricciola - non li ho assaggiati, non posso dire niente, ma mia madre pareva soddisfatta!
passiamo ai dolci:
zabaione ghiacciato 
ma soprattutto l'after eight: granita alla menta, gelato alla vaniglia e scaglie di cioccolato - gustosissimo e molto divertente!
1 caffè per chiudere il conto.
ci torneremo!



via litoranea nord - misano adriatico
zona spiaggia 22-23
0541611431
coperti 4
euro 128,00
provato l' 08/09/2011
voto :)

domenica 9 ottobre 2011

zaganti

se uno trova il coraggio di entrare nonostante la luce da obitorio dovuta ai neon della sala da pranzo e non pretende di andar a mangiare il sabato - bizzarro giorno di chiusura! -  il gioco è fatto!
ci lasciamo guidare dalla gentilissima signora che ci serve, dal momento che il menù non c'è.
antipasto misto - salumi, compresa la mortadella, con fichi freschi; un paio di crostini classici con i fegatini e con una salsa piccante di pomodoro; sottoli.
tris di primi - passatelli asciutti con pomodorini e finocchietto, molto buoni e freschi; ravioli asparagi e carciofi e tagliatelle al ragu. da un veloce confronto conveniamo tutti sul fatto che l'ordine di apparizione è anche il nostro ordine di gradimento!
secondi - trippa e coniglio con contorno di erbe. non li ho assaggiati ma mi fido dei miei commensali: buona la trippa, anche se in parte sbruciacchiata, solo buonino il coniglio ancora una volta un po' secco...
niente dolci, un caffè, due amari e una bottiglia di vino rosso della casa e una d'acqua completano la cena.
nel complesso siamo usciti soddisfatti!
non so se si è capito, ma naturalmente non condivido la battaglia di marco contro i passatelli asciutti!

v. ponte, 44/46 - 47826 ponte verucchio
0541678110
coperti 4
euro 74,00
provato il 02/09/2011
voto :)

domenica 2 ottobre 2011

wok

è il ristorante ideale per chi ha la capacità di mangiare volumi incalcolabili di roba e adora la cucina orientaleggiante.
l'idea di base è accattivante e va sicuramente sperimentata almeno una volta: un percorso a tappe da cui ci si può servire a volontà.
1-buffet di antipasti caldi - minestre, carne, pesce, contorni. fanno voglia! anche se il fritto perde croccantezza rimanendo lì, ma l'occhio è sicuramente soddisfatto da tutti quei cibi colorati...
2-verdure e insalate e sushi - il trionfo del crudo!
3-un vero e proprio bancone con carne, pesce e verdure da cui basta scegliere per poi avviarsi alla cucina a vista (wok, naturalmente! o piastra) e farsi cuocere ciò che si preferisce
4-dolci, gelato e frutta
noi lo proviamo un giorno feriale a pranzo. il parcheggio è piccolo, il locale grande... le bevande escluse dal "pacchetto" hanno un prezzo decente e il personale è molto gentile: sicuramente un posto da provare!

v. cardani, 12 rivazzurra
0541377002
coperti 5
euro 11,90 a testa + bevande
provato il 23/08/2011
voto :l

giovedì 29 settembre 2011

un post per... alice - cheesecake al forno

provata :))

dopo aver consultato vari ricettari e provato le relative ricette, a forza di modificare e sperimentare  ho trovato la mia ricetta ideale per la cheesecake.

per la base
250 g digestive normali o al cioccolato
125 g di burro
50 g di zucchero

per la farcitura
400 g di robiola
250 g di panna
150 g di zucchero
2 uova intere

sbriciola i biscotti, aggiungi il burro ammorbidito e lo zucchero e amalgama bene il tutto. con un cucchiaio stendi il composto sul fondo di una teglia (diametro 26) ricoperta di carta da forno, compattalo e livellalo. mettilo in frigo mentre prepari la farcitura.
sbatti le uova intere con lo zucchero, aggiungi la panna e la robiola facendo attenzione a eliminare gli eventuali grumi. versa la farcitura sulla base di biscotto e inforna a 180° per circa 50'.
nella mia versione ideale sono escluse le varie coperture di panna acida, marmellata e affini!

domenica 25 settembre 2011

sfogliata di pomodori ripieni

provata :)) 

una ricetta semplice, sfiziosa e molto facile 
250 g di pasta sfoglia 
8 pomodori lunghi 
200 g di taleggio 
1 cuc di parmigiano grattugiato 
1 cuc di pecorino grattugiato 
pesto qb 

lava i pomodori, incidi superficialemnte la buccia e cuocili per un minuto in acqua bollente salata. 
scolali, falli raffreddare e spellali. 
tagliali a metà, elimina i semi e lasciali capovolti per almeno un quarto d'ora su un foglio di carta assorbente.
in una ciotola amalgama i formaggi. la ricetta originale prevede il quartirolo, ora: in romagna il quartirolo non va per la maggiore e poi mi dicono essere un formaggio non proprio saporito, per cui l'ho sostituito con qualcosa che ero sicura mi piacesse: il taleggio! comunque scegli i formaggi che ti piacciono di più, mescolali insieme fino ad amalgamarli, condiscili con sale, olio, pepe - e origano se ti piace - e se non lo ritieni superfluo - dipende molto da tipo di formaggio che usi. 
riempi i pomodori con il composto di formaggi. 
fodera con la pasta sfoglia una teglia, bucherellala con la forchetta in più punti e poi spennellala con il pesto.
disponi sul pesto i pomodori con la farcitura rivolta verso il basso fino ad occupare tutta la superficie. inforna a 200° per 30 minuti.

tratta - con alcune modifiche - da sale e pepe, agosto 2011

domenica 18 settembre 2011

la locanda

sono sempre meno i ristoranti "specializzati" e anche qui si può scegliere tra carne e pesce.
propendiamo per la carne, anche se tutti gli altri tavoli mangiano pesce...
culatello di zibello con pane abbrustolito e burro e una tavolozza "la locanda" composta da squacquerone e pecorino, coppa, crudo, pancetta e salame e accompagnato da erbazzone, gnocco fritto e tigelle a rappresentare l'emilia - l'idea è buona, ma i salumi e i formaggi sono piuttosto "dozzinali" come dice marco. effettivamente l'insieme non è un gran che: sia il culatello che il prosciutto sono secchi e non vi sono prodotti particolari. personalmente salvo lo gnocco, fritto molto bene, per niente unto e molto piacevole.
proseguiamo con i secondi:
coniglio con patate al forno - il letto di rucola manda in bestia marco... e poi è francamente molto secco;
costole di agnello arrosto - buone
tagliata di angus con sale grosso e rosmarino, sempre con patate - cotta bene e buona, anche se forse non proprio saporita.
saltiamo i dolci e i ragazzi si bevono un amaro.
da tenere in conto per capire il rapporto qualità prezzo, oltre all'acqua, una bottiglia di terre di covignano, sangiovese superiore riserva san valentino del 2007 che con i suoi 28 euro fa sballare un po' il conto... però è buono!!!
gentile e disponibile il personale.

via marecchiese, 362 - spadarolo
0541728299
coperti 3
euro 98,00
provato il 17/08/2011
voto :I tendente al :(

mercoledì 14 settembre 2011

vi è mai capitato?

vi è mai capitato di prenotare in un ristorante, mettervi in macchina per raggiungerlo e scopreire solo una volta arrivati che non siete dove credevate di essere? bhe, a noi è successo anche questo! tutta colpa di un gambero...
abbiamo diligentemente prenotato al gambero rozzo, siamo andati a prendere i miei, "litigato" per tutto il percorso sulla collocazione del ristorante - cattolica, no misano, no cattolica... - senza avere il minimo sospetto del fatto che stavamo parlando di due locali diversi per poi ritrovarci seduti a un tavolo del gambero sbronzo...
prossimamente le recensioni di entrambi i locali!

domenica 11 settembre 2011

ristorante belvedere (rigoni)

tovaglie di carta e servizio classico dei ristoranti alla buona.
siamo qui per un pranzo di famiglia, si prende cura di noi gabriella, cameriera bionda e carismatica settantenne!
antipasti per 5: piada strutto e bicarbonato, affettati misti - prosciutto, coppa, salame, pancetta, testa... - formaggi - con marmellata di albicocca più adatta alla colazione che ai formaggi! - e un piattino di carote, fagiolini, fagioli di spagna e asparagi selvatici sott'olio.
primi per tutti: cappelletti in brodo con ripeno di carne - anche d'estate un buon brodo ci sta sempre bene, se poi fuori ci sono 13 gradi... e questi cappelletti sono buoni! - e tagliatelle al ragù - la sfoglia è troppo spessa e nel ragù l'acidità del pomodo si sente troppo, più della carne...
secondi a scelta di gabriella: stinco, faraona, coniglio, galletto e tagliata con contorno di gratinati e erbe -, la sensazione è che prima di arrivare a noi questa carne sia stata riscaldata più volte.
infine i dolci, una selezione: una torta non meglio identificata, una ciambella, la stessa ciambella di prima con la marmellata di albicocche di cui sopra! parola di gabriella: "per buttarli giù ci vuole l'albana!"
ma non abbiamo il cuore e soprattutto le parole per commentare l'albana... né il vino rosso che ha accompagnato il pasto!
5 bottiglie d'acqua e 6 caffè completano il pranzo.
passiamo alle note positive: due sono le cose degne di nota, i prezzi e soprattutto il bellissimo paesaggio che si vede da qui!

via selbrano, 11 - san giovanni in galilea FC
0541939175
coperti 7
euro 119,00
provato il 24/07/2011
voto :(

domenica 4 settembre 2011

oro rosso

l'oro rosso è lo zafferano di navelli, uno dei prodotti tipici aquilani che questo ristorante - un franchising appena aperto nel nuovo centro residenziale "la prua" alla darsena di rimini - vuole far conoscere in giro per l'italia; ma ororosso - questa volta tutto attaccato -  è anche il progetto di valorizzazione delle eccellenze del territorio abruzzese che è alla base della filosofia del ristorante.
noi lo proviamo un po' per caso a cena. il menù propone carne - tra cui naturalmente gli arosticini - e pizza. tra gli ingredienti primeggiano il tartufo, lo zafferano, ma anche le lenticchie e i ceci rossi.
ordiniamo un tagliere di oro rosso da cui spizzichiamo tutti - oltre agli affettati, ci offrono un pecorino di calascio, un altro formaggio con grani di pepe, verdure grigliate e due zuppe con crostoni di pane, una di lenticchie e una di fagioli e ceci.
proseguiamo con una porzione di arosticini - dieci pezzi, serviti su pezzi di fornarina, ma senza un contorno - e tre pizze: una castel del monte - mozzarella pecorino stagionato salsiccia e tartufo; una salsiccia e cipolla - peccato che la cipolla non fosse di tropea come indicato sul menù; una fior di latte - mozzarella di bufala, ricotta fresca, scaglie di grana e pendolini.
gli arosticini erano cotti bene e buoni, ma soprattutto le pizze sono state una piacevole sorpresa: ben condite, con un impasto croccante e leggerissimo... forse per una volta le 48/72 ore di lievitazione promesse sul menù sono reali!!!
w la cucina aquilana!

via ortigara, 51
054129492
coperti 4 
euro 65,70
provato il 25/07/2011
voto :))

domenica 28 agosto 2011

sorbetto al limone... nel limone

provata :)) 
ma la foto è inguardabile...

visto che fa ancora caldo, molto caldo!, la ricetta di agosto è un sorbetto: uno dei più classici, quello di limone, servito e da gustare direttamente "nel limone".

4 limoni con la buccia spessa - quelli di sorrento sono l'ideale
200 ml di succo di limone
2 scorze di limone
200 g di zucchero
450 ml d'acqua
1 albume

taglia la sommità dei limoni dopo averli lavati e asciugati e metti da parte il “cappello”.
estrai la polpa aiutandoti con un coltello e un cucchiaio - un giorno avrò una cucina attrezzata di ogni utensile e allora scriverò aiutandoti con uno scavino!!!
ricomponi i limoni, avvolgili nella carta stagnola e mettili in frigorifero.
porta ad ebollizione l'acqua con lo zucchero e le scorze di limone e la polpa estratta in precedenza. una volta sciolto tutto lo zucchero, lascia raffreddare, aggiungi il succo di limone e poi filtra il tutto.
monta a neve ferma l'albume e uniscilo al resto - mi raccomando: la limonata deve essere fredda altrimenti l'albume rischia di cuocersi!!!
se hai una gelatiera metti il composto in lavorazione - se l'albume galleggia separato dal resto assumendo un aspetto terrificante non preoccuparti: è normale, poi si amalgamerà!
se non hai la gelatiera metti il composto in freezer, possibilmente in una ciotola di metallo, per almeno mezz’ora, dopodiché dovrai rimescolarlo ogni 15 minuti, fino a che non avrà assunto una consistenza da sorbetto.
quando il composto avrà raggiunto la consistenza desiderata, prendi i limoni-contenitore e riempili con il sorbetto, poi richiudili con i loro "cappelli", riavvolgili nell’alluminio e
mettili nel freezer fino a 5 minuti prima di servire.

domenica 21 agosto 2011

teatini

cambio gestione e soprattutto cambio stile per i teatini: basta quindi cocomerò e basta pareti colorate.
ceniamo nel dehors, ancora una volta sfidiamo il fermo pesca  fidandoci dello chef fabio brigandì. tra l'altro il menù di mare offre più scelta rispetto a quello di terra.
cominciamo, dopo una piccola "entrata", con due antipasti: un crudo, cefalo con limone e polvere di menta - molto buono, anche se devo ammettere che ci aspettavamo qualcosa di diverso sotto la dicitura "crudi" - 
e un classico: alici alla griglia con radicchio e cipolla di tropea - come resistere?
continuiamo con un risotto ai crostacei, essenza di mare - i crostacei non si vedono, il risotto all'onda è bianco coronato di "briciole d'alghe". non si può dire che sia cattivo, tutt'altro, ma ci lascia perplessi... -
e una tagliata di tonno con pomodori e dadolata di melanzane - la sognavo da quando ha chiuso l'empty space! e mi piace anche questa versione con pomodori e melanzane anche se, in via del tutto eccezionale, in un angolo c'è, solo per me, della cipolla caramellata... che io adoro!
chiudiamo con una cassata rivisitata, un cremoso al cioccolato bianco con spuma di lampone e marquise di cacao amaro - quest'ultima parte del mio dolce non mi è piaciuta - e una sambuca.
beviamo un bianco friulano - certo il nome tocai era molto più evocativo! sloveno e una bottiglia d'acqua.

piazzetta teatini, 3
054128008
coperti 2
euro 96,00
provato il 7/08/2011
voto :)

domenica 14 agosto 2011

mirador

un bar sulla spiaggia di rivabella, tre donne tra sala e cucina, pochi piatti ben riusciti.
nonostante il fermo pesca decidiamo per il pesce - a parte la piccola del gruppo che ha mangiato una piada con squacquerone e prosciutto - ma facciamo scegliere a cristiana, la padrona di casa, cosa portarci.
cominciamo con un classico: insalata di mare - fortunatamente servita non ghiacciata come succede spesso - condita con succo di agrumi;
carpaccio di spada con misticanza e mele verdi e scorzette di arancia e limone;
insalata di gamberi, insalata verde, funghi e scaglie di grana;
spiedini di gamberi e calamari - che hanno riscosso molto successo anche presso kali che è piuttosto difficile da soddisfare!;
calamaretti alla piastra con insalata verde, pendolini e riduzione di balsamico - molto buoni!;
infine spidini di rana pescatrice avvolti nella pancetta e peperoni - io odio i peperoni, ma quei bocconcini di coda di rospo con la pancetta erano favolosi!!!
ad annaffiare il tutto, a parte un litro d'acqua, un'albana citrullo della tenuta santa lucia - doveva essere buona perché ce ne siamo bevute tre bottiglie... buoni buoni anche i cantucci con le mandorle e senza anicini: uno tira l'altro.
rivabella: i più bei tramonti della riviera... robi giura che si tratta proprio di rivabella!


via toscanelli, 17
054153522
coperti 4 + 2 bambini
euro 125,00
provato il 10/08/2011
voto :)

domenica 7 agosto 2011

bar ilde

un classico per tutti i rimininesi, un enorme chiosco sul colle di covignano, davanti a quella che è stata una regina tra le discoteche, il paradiso.
aperto tutti i giorni, anche a pranzo, è un luogo piacevole dove cercare un po' di fresco e mangiare qualcosa, soprattutto in mezzo alla settimana.
ogni anno il menù si arricchisce di qualche novità, piatti unici o insalate, ma naturalmente il meglio del meglio è rappresentato dalla piadina.
ci lanciamo in un classico - crudo e formaggio fuso - e in un "nuovo classico" - la mcilde con salsiccia, pomodoro, insalata e cipolla, più salse varie...
sempre buona questa piada che si sfalda - w lo strutto!!! - e ti appaga i sensi e lo stomaco.
completano il nostro "spuntino" : una sprite in lattina, una birra piccola e una bottiglia d'acqua.
un unico dubbio: sono i mesi invernali, durante i quali il locale è chiuso, che mi fanno ricordare una piadina talmente piena che non riesce a chiudersi e la farcitura fa capolino da tutte le parti o le dosi sono state un po' ridimensionate?

via covignano, 245
0541753274
coperti 2
euro 22,50
provato il 13/07/2011
voto :))

domenica 31 luglio 2011

torrette di melanzane, sgombri e cipolla caramellata

provata :))
 
avere una casa grande, a parte quando la devi pulire, ha innumerevoli lati positivi, tra gli altri quello di poter ospitare amici di passaggio. se poi questi amici pensano di doversi sdebitare e cucinano per noi... ben vengano!!!
questa è la ricetta di giuliano con le sue osservazioni a partire dalla premessa:
è molto imprecisa, non so le porzioni, vado sempre a ocio per cui bisogna inventare.

sgombri puliti e sfilettati
melanzane
cipolle di tropea o cipolle bianche
aceto
zucchero
sale pepe

affetta le melanzane, cospargile con sale grosso e mettile sotto un peso, per far perdere loro l'acqua, per qualche ora.
affetta le cipolle e falle appassire a fuoco lento per una ventina di minuti. una volta cotte aggiungi 2 cucchiai circa di zucchero e falle caramellare per qualche minuto, aggiungi poi l'aceto (non balsamico) e fallo evaporare.
griglia le fette di melanzana.
fai scottare i filetti di sgombro (il lavoro peggiore è pulirlo e sfilettarlo!) in padella, bastano 2 minuti per lato.
impiatta a strati: melanzana, cipolla, sgombro o cipolla, melanzana, sgombro o sgombro, melanzana, cipolla!
Aggiungi sale e pepe qb ed è fatta : ))
 
grazie a giuliano
 

giovedì 28 luglio 2011

parentesi - scorticata la collina dei piaceri

per l'undicesimo anno torriana riassume il suo vecchio nome -scorticata- e si trasforma nella collina dei piaceri. molto interessante il programma di questo percorso enogastronimico, tra le eccellenze del nostro territorio e non solo -il programma è reperibile qui http://www.comune.torriana.rn.it/.
peccato per la pioggia torrenziale che ieri ha completamente impedito lo svolgersi di questa sagra d'elite -ma possiamo ancora incrociare le dita per quasta sera e per domani.
per fortuna non tutto è andato perduto, grazie a fausto -ieri più incavolato e scontroso del solito!!! proprietario e gestore dell'osteria povero diavolo, che ha aperto la cucina del suo splendido ristorante ai cuochi ospiti della serata: riccardo agostini de il piastrino di pennabilli e pino cuttaia de la madia di licata, agrigento. così i pochi avventori che si sono spinti fino a torriana hanno potuto assaggiare la minestra di aragoste e mandorle e il cannolo di melanzana preparati da cuttaia e le crocchette di faraona e le zucchine con alici di agostini: tutto buonissimo - un unico dubbio sulle zucchine -sempre "pericolosamente ospedaliere" e difficili da nobilitare- che comunque non valevano i dieci euro del costo dei piatti.
una menzione particolare va al pasticciere corrado assenza del caffè sicilia di noto per la sua strepitosa cassata. premetto che io personalemnte non amo i dolci siciliani e non vado per niente d'accordo con i canditi, ma se avessi avuto la possibilità mi sarei mangiata questa cassata tutta intera! ottima -forse solo un pizzico troppo dolce- la pasta di mandorla che compone il bordo; buone anche le scorze di limoni e arance candite appoggiate sulla torta -e quindi eventualmente facilmente eliminabili, ma sarebbe stato un peccato farlo!; assolutamente divina la farcitura a base di ricotta... se questa sera andate a torriana, non potete proprio esimervi dal provarla!

domenica 24 luglio 2011

la casetta di denis e loris...

il locale è davanti allo stadio e vicino a più di una palestra per body builder e per questo frequentato da sportivi e appassionati, bene! ma i maxi-schermo sintonizzati su sky sport per tutta la cena no, proprio non mi piacciono!
il menù propone carne e pesce, noi siamo venuti per mangiare pesce.
una nota rassicurante ci prega di chiedere al cameriere - in questo caso una cameriera molto gentile e anche molto carina -  se il pesce che vorremmo mangiare è disponibile o la cuicna deve fare ricorso al pesce congelato.
i bianchetti sono freschi, per cui ordiniamo:
frittelline di bianchetti - fritto asciutto, condito con riduzione di aceto balsamico, molto piacevole
alici marinate - buone!
gratinati misti: capesante, canestrini e canellini - bocciati! ed è un peccato, perché mi andavano proprio! ma non erano belli neanche a vedersi e pieni di sabbia.
un altro no va al cestino del pane: piada precotta, due panini congelati e due fette di pane integrale mulino bianco...
come secondo dividiamo una grigliata - abbondante e varia: coda di rospo, spiedini di gamberi e calamari, sardoncini, sogliola, triglia e un altro pesce che non ho saputo riconoscere (ma è colpa della mia ignoranza), non male
e un'insalata mista.
un sorbetto al limone - in busta - e una sfogliatina alle mele con crema - c'è un sapore nella crema che non capisco: forse eccesso di burro? sicuramente c'è troppa cannella nella sfogliatina...
da bere aulente bianco -bottiglia da 375 - e acqua

v. flaminia, 67
0541788332
coperti 2
euro 68,00
provato il 06/07/2011
voto :l