domenica 26 giugno 2011

lemon meltaways-biscotti al limone

provata :)

lo so, fa caldo e l'idea di accendere il forno non è il massimo... ma girovagando fra i miei blog di cucina preferiti sono capitata su  www.spilucchino.blogspot.com e tra gli ultimi post ho visto questa ricetta alla quale non ho saputo resistere.
Naturalmente ho apportato qualche modifica rispetto a quella di virginia:

170 g di burro a temperatura ambiente
100 g di zucchero al velo vanigliato + quello per lo spolvero finale
la buccia grattugiata finemente di 2 limoni non trattati
2 cucchiai di succo di limone
10 gocce di essenza di vaniglia
280 g farina 00
15 g maizena
un pizzico di sale
 
unisci lo zucchero al burro e sbattilo fino a farlo diventare una crema soffice, aggiungi poi la buccia e il succo di limone, il sale, la vaniglia e continua a  mescolare.
setaccia farina e maizena e aggiungila agli altri ingredienti. lavora il composto fino a rendere il tutto un impasto omogeneo.
con l'aiuto della carta da forno p argentata forma un cilindro, come per fare il salame di cioccolato, e mettilo a raffreddare in frigo per un paio d'ore. per dargli una forma più regolare virginia consiglia di divivere in due l'impasto e di inserirlo in un tubo di cartone tipo quello della carta da cucina. poiché l'unico tubo che avevo al momento a disposizione era quello della carta igienica ho pensato di lasciar perdere e di accontentartmi di una forma più casereccia, ma l'idea è carina!
una volta raffreddato l'impasto è pronto per essere tagliato: taglia delle rondelle di 1cm e infornale a 180° (forno già caldo) per 9-10 minuti, facendo attenzione che non prendano colore.
lascia raffreddare i biscotti per 8-10 minuti, poi cospargili di zucchero a velo.

domenica 19 giugno 2011

il grottino

devo essere sincera, a vederlo così non gli avrei dato i classici due soldi: il locale è grande e spesso affollato, le sedie sono di plastica anche all'interno...
ma dal momento che ci hanno portato... proviamolo!
ognuno ordina per sé:
3 strozzapreti alla puttanesca - abbondantissimi e molto buoni
1 gnocco ai formaggi e una pizza per i bambini
io assaggio la carne. la tagliata mi viene servita su un tagliere di legno accompagnata da patate fritte tagliate a chips - sono sempre una piacevole sorpresa!
la carne è cotta benissimo, proprio come la volevo: appena scottata fuori e cruda dentro ed è molto saporita.
buone anche le verdure fritte - a tradimento ci sono anche i peperoni... ma questo è un problema che probabilmente riguarda solo me!
un gelato confezionato e due cestini con crema chantilly e frutta fresca - peccato che il cestino di biscotto sappia troppo di farina e che abbia perso la sua fragranza a contatto con la crema - chiudono la crema.

ho visto passare piatti di pesce... se ne riparla la prossima volta!


via canale, 12 - 47039 savignano sul rubicone (FC)
0541941579
coperti 6 

euro 93,00
provato il 17/05/2011
voto :)

domenica 12 giugno 2011

spacciodivino

gestione nuova nuova per questa osteria in pieno centro a san giovanni in marignano.
interessanti il menù - che prevede, oltre ai taglieri tipici dell'osteria, anche 5 primi e altrettanti secondi e qualche goloseria come lo sformatino di asparagi su fonduta di grana o i fiori di zucca fritti allo stracchino, oltre ai dolci fatti dalla mamma - e le collaborazioni - torre del poggio per i vini, ma non mancano vini di altre regioni; il buon pastore per i formaggi; la salumeria artigianale migani per i taglieri; il laboratorio antiche luverie per le confetture e le marmellate;  l'osteria teatro di senigallia per i formaggi alpini italiani.
noi ci troviamo a passare di qui un mercoledì sera e il mercoledì c'è la musica dal vivo e un menù particolare e in questo caso:
carpaccio di pesce spada marinato con pepe e agrumi - abbondante e delicato;
fritto di pesce senza spine con verdure - servito in un cartoccio di carta gialla
gelato di limone con ananas fresco mantecato al mojito - vera sorpresa della serata, fresco e veramente gradevole!
da bere, menabrea

v. xx settembre, 7 -san giovanni in marignano
3282784073
coperti 4
euro 25,00 a testa
provato il 25/05/2011
voto :)

domenica 5 giugno 2011

maxelà

si scrive maxelà, ma si pronuncia majelà: in genovese significa macellaio. le origini di questa catena di ristoranti dedicati alla carne è infatti ligure e le influenze non si limitano al nome, ma riguardano anche il menù, almeno quello del ristorante di rimini.
questa volta siamo in tanti e questo ci dà la possibilità di assaggiare un certo numero di piatti. 
per cominciare tre taglieri di pancetta e tre focacce di recco con formaggio; poi ognuno ordina per sé e si dà inizio a un walzer di piatti per gli assaggi!
personalmente ho condiviso un buon carpaccio -sale, olio e limone;
mi sono fatta coraggio e ho dato un morso a una frittellina di cervella, ma non mi sono spinta fino ad assaggiare il rognone o il fegato.
la mia grigliata mista mi ha occupata a tal punto da farmi resistere alla tentazione di addentare la fiorentina dei miei vicini! buona la tagliata e l'hamburger con la scamorza affumicata, mi rimane qualche perplessità sul "reale", cioè una fettina molto bassa che proviene dal collo.
più che dignitoso il vino rosso della casa.
buoni anche i dolci: canestrini di frolla, biancomangiare e latte fritto -quest'ultimo a dire la verità sapeva vagamente di carne... forse è stato fritto nello stesso olio delle "orecchie di elefante"?
una note infine sul locale: la prima cosa che ci accoglie è il banco del macellaio, poi tavoli di legno e marmo apparecchiati in modo sobrio con un canovaccio per tovagliolo, una lavagna con disegnati i tagli che si ricavano dalla scottona!

viale ortigara, 53/A  
054126349 
coperti: 10
euro 360,00
provato il 22/05/2011
voto :))