domenica 29 aprile 2012

cheesecake alle fragole

provata :))

le cheesecake, in generale, mi piacciono e quindi ho la tendenza a provare spesso nuove ricette.
quella che propongo oggi è molto primaverile e viene direttamente dal nostro menù pasquale di quest'anno!

per la base
100 g di biscotti secchi
50 g
di burro
25 g di zucchero

per la farcia
yougurt greco
ricotta
robiola
philadelphia
panna liquida
per un totale di 600 g di formaggi
fragole
150 g di zucchero
6 g di colla di pesce

per la copertura
fragole
zucchero
limone

sbriciola finemente i biscotti aiutandoti con un mixer.
aggiungi il burro sciolto e lo zucchero e mescola bene il composto.
versalo in uno stampo di silicone del diametro di 18 cm e con il dorso di un cucchiaio forma uno strato compatto.
ricopri con carta argentata e metti in frigorifero.

fai ammorbidire la colla di pesce in acqua fredda. scoglila poi nella panna in un pentolino a fuoco basso, senza arrivare ad ebollizione, e lasciala raffreddare.
lava e taglia a pezzetti una decina di fragole. assicurati di aver eliminato tutta l'acqua e condiscile con una parte dello zucchero.
nel mixer unisci i formaggi, lo zucchero e la colla di pesce discolta nella panna. lavorali fino a che non otterrai una crema piuttosto solida.
una volta pronta versane una parte sulla base, ricoprila poi con uno strato di fragole, facendo attenzione a non versare insieme alle fragole anche il liquido che avranno prodotto, e poi aggiungi la crema rimasta.
metti la cheesecake a riposare in frigo.

poco prima di servirla, prepara un frullato di fragole, zucchero e limone e ricopri con questo la cheesecake.

rosso su rosso: cheesecake alle fragole

domenica 22 aprile 2012

la ferme

ci siamo capitati per caso due anni fa all'uscita della visita dell'istituto del mondo arabo e ci sono voluta tornare per confermare o meno il buon ricordo che ne serbavo.
la specialità del la ferme è la cucina berbera.
olive al cumino mentre consultiamo il menù.
poi ordiniamo 
una shashuka - antipasto a base di uova e pomodoro
un brick au fromage - un involtino di pasta brick ripieno di formaggio e fritto

cous cous: verdure lessate nel brodo nel contenitore di base, cous cous in quello sopra

carne di agnello e manzo per il cous cous
due porzioni di cous cous st. bernard - cous cous di manzo; buone sia la carne che le verdure, affascinante la presentazione
due porzioni di cous cous brochetts - cous cous di agnello
un tajine di verdure

tajine vegetariano
da bere te alla menta - una teiera piccola e una grande 

te alla menta
per finire un assaggio di pasticceria tipica del medioriente

insomma mi ricordavo bene! 
un consiglio: se non siete in vena di "spese folli" la pasticceria lasciatela perdere!!!

16, rue des fosses
saint bernard - 75005 paris
01 44933655
provato il 2/04/2012
coperti 8
euro 135,00
voto :) +

domenica 15 aprile 2012

l'accademia del tartufo del delta del po all'ostello amolara

avremmo dovuto mangiare una pizza, giusto per stare insieme in attesa di partire per parigi, si è invece trasformata in un'interessante serata a base di tartufo presentata dall'accademia del tartufo del delta del po.

cominciamo con una fonduta di formaggio fuso con polenta, funghi e tartufo - delicata e piacevole.


continuiamo con due primi:
un tagliolino al burro e tartufo e un riso del delta sempre al tartufo - una scoperta di prodotti tipici del delta in piatti molto semplici, ma apprezzabili e giusti per far sentire il sapore delicato del tartufo.
ancora tartufo - ma in secondo piano rispetto agli altri piatti - nella faraona nostrana - un po' troppo stoppacciosa - accompagnata da patate al frono ed erbette.
una piacevole sorpresa - forse il piatto migliore insieme alla fonduta - il dolce: esse casarecce con cioccolato al tartufo, accompagnate da un moscato frizzante de "la valle".


acqua, vino sfuso dell'azienda "la valle" e caffè compresi nella degustazione.
la prossima volta torneremo a provare la cucina dell'ostello amolara.

località capitello, 11 - 45011 adria
0426943035
provato il 30/03/12
coperti 4
menù degustazione euro 91,00
voto :I ++

domenica 8 aprile 2012

locanda della luna

l'agriturismo turchi è composto da un frantoio e una locanda.
prenotiamo per una domenica a pranzo, ci fanno accomodare nel frantoio: due piccole sale, tavoli e pareti blu. molto gentilmente accettano di farci spostare nella sala più piccola, quella con il camino dove, a parte il nostro, c'è solo un altro tavolo e soprattutto nessuno che festeggia il compleanno!
cominciamo con un antipasto misto per tre: crostini caldi - non particolarmente originali, ma molto gustosi; bruschette - pane toscano croccante con tre diverse ciotoline: salsa di pomodoro, pasta d'olive e squacquerone; affettati - mortadella (strana scelta per un talgiere!), porchetta, crudo e salame.
un piatto di ricotta e fichi caramellati - entrambi molto buoni.
proseguimo con un tris di primi:



gnocchi rustici - con salsiccia e radicchio rosso, ottimi!
mezzelune con prosciutto e salvia - buoni
maltagliatoni con spinaci (mutati all'ultimo minuti in stridoli) porcini e ricotta salata - non male...
aver cominciato con gli gnocchi - saporiti e con un gusto pieno - ci ha fatto apprezzare meno gli altri primi


saltiamo i secondi e passiamo ai dolci.
due crema chantilly con cioccolato fuso, due torta al cioccolato con crema di mascarpone (poi commutate in una zuppa inglese e un mascarpone poiché la torta non era disponibile) e un semifreddo al croccante. qui qualcosa è andato storto: o i dolci sono stati congelati e poi serviti o le creme sono tutte "impazzite", in ogni caso il risultato è stato a molto deludente, l'unico dolce discreto è stato il semifreddo... anche la coppia seduta di fianco a noi ha lascito lì la sua porzione di crema. quello che mi dispiace è che nessuno, né a noi, né a loro ha domandato nulla...
peccato perché eravamo partiti bene!
quattro litri d'acqua e uno di sangiovese sfuso completano il conto.
rimane da provare il filetto avvolto in guanciale di mora romagnola


via balignano, 950 - 47020 longiano
0547665566
provato il 25/03/2012
coperti 5
euro 112,00
voto :) =



domenica 1 aprile 2012

brasserie da gianni

a domagnano, sulla superstrada di san marino, sulla sinistra venendo da rimini. da principio entrando sembra uno di quei vecchi bar che vendevano anche le sigarette. poi si scorgono i tavoli - pochi - e una finestra sulla cucina con una grande lavagna per elencare i piatti e la griglia.
abbiamo prenotato, ci accomodiamo.
ci portano i menù. non ci lasciamo tentare dalla pasta tirata a mano: questa sera siamo venuti a mangiare carne!
cominciamo con due taglieri di affettati misti di mora romagnola: lonzino, lardo, crudo, testa, salame, coppa - strepitosi! in particolare il lardo e il crudo, anche se tagliato all'inizio cosa che io personalmente detesto.
continuiamo  con due fiorentine di chianina da quasi un kilo e mezzo l'una... vedere la figlia di gianni (tutta la famiglia del macellaio è coinvolta nell'impresa!) cuocere e servire la carne è uno spettacolo... e il risultato esaltante!

come antipasti: insalata e patate al forno, ma anche sformato di patate e broccoli gratinati.
infine i dolci: una fetta di torta al cioccolato e un moretto al cioccolato :)



da bere, quattro bottiglie di acqua fillette - belle, ma tre euro l'una è tanto...
una bottiglia di lambrusco l'acino grasparossa di castelvetro con gli antipasti, una di ruchè docg di castagnole monferrato e una di sangiovese dei colli pesaresi con la carne - la scelta dei vini è stata una bellissima sofferenza dal momento che è stata fatta direttamente in cantina, tra un buon numero di etichette per tutti i gusti e le tasche e i salami appesi!!!
quattro caffè e un altro bicchiere di vino completano il conto.
gli amari sono offerti mentre gianni, il proprietario, ci racconta la loro impresa...

via XXV marzo, 74
0549903459
provato il12/03/2012
coperti 5
euro 256,90
voto :)) +