lunedì 5 novembre 2012

quel qualcosa che fa la differenza...

adoro il gelato e sono un'estimatrice delle gelaterie grom da anni, da quando sono rimasta incuriosita dalla fila che si snodava davanti all'entrata di quella di via paleocapa a torino.
sono stata contenta, quindi, quando nel 2009 ne hanno aperta una a rimini e posso dire con certezza di aver contribuito, e non poco, a mantenerla... ma evidentemente qualcosa non è andato per il verso giusto e da qualche giorno sulla vetrina di grom appare la scritta 'grom cerca una nuova casa in romagna...'
ho letto commenti contrastanti su fb riguardo a questa chiusura, ma uno mi ha colpito: 'forse ha chiuso perché a rimini ci sono tante altre gelaterie che fanno un prodotto più buono, meno caro e che hanno commessi meno supponenti e antipatici...'
personalmente, a parte qualche caso, non ho trovato antipatici e supponenti i dipendenti - anzi, con alcuni ho instaurato una sorta di amicizia -, ma questo commento mi dà la possibilità di postare qualche riga su quel qualcosa che fa la differenza e mi fa propendere per un posto piuttosto che per un altro.
è un post che avevo in testa da qualche settimana, da quando, sulla strada per l'ufficio, la mia pigrizia e il poco tempo mi hanno fatto optare per la romana di piazza ferrari invece che per il grom.
mentalmente, mentre camminavo, pensavo che sì, forse ilgelato non era buono come quello di grom, ma che comunque ci sarei tornata presto alla romana. perché? intanto per la quantità: con 2,50 € ho avuto un cono piuttosto importante e con panna montata compresa nel prezzo. ma soprattutto perché, con un sorriso, la ragazza dietro il bancone mi ha proposto di aggiungere del cioccolato liquido all'interno del cono e mi ha augurato buona giornata, gesti semplici, ma che fanno la differenza :)