giovedì 16 gennaio 2014

Spaghetti aglio, olio e peperoncino rivisitati / ricetta di Paoletta

Ricetta di PAOLETTA

Cara Fra, per le feste mangiando a casa a pranzo più spesso ho dovuto rispolverare, se non addirittura reinventare, qualche primo piatto. Quello meglio riuscito direi, visto che ne è stato richiesto il bis nell'arco di una sola settimana, è un semplicissimo aglio, olio e peperoncino rivisitato

Gli ingredienti sono aglio, olio, peperoncino con l'aggiunta di spinacini freschi (più sono piccoli, più sono teneri e gustosi!) e del parmigiano.

La preparazione è facilissima: ho messo sul fuoco l'acqua salata per la pasta e in un’altra padella (tipo wok) ho messo dell'olio buono, il peperoncino tritato grossolanamente e l'aglio tritato sottile (se non amate il sapore forte dell'aglio potete buttare un paio di spicchi opportunamente schiacciati e poi levarli quando si è insaporito l'olio) ho lasciato andare il fuoco basso, basso per non bruciare niente, ma solo aromatizzare l'olio.
Quando l’acqua è arrivata a bollore ho buttato gli spaghetti (potete usare la pasta che volete, ma in questo caso, a mio parere, gli spaghetti sono più scenografici!). Li ho tirati su uno, due minuti prima della cottura e li ho ripassati nel wok assieme agli spinacini che ho precedentemente lavato e pulito. Se pensate sia necessario potete aggiungere un po' di acqua della pasta per non seccarli troppo quando vengono saltati in padella, ho aggiustato di sale. 
Infine ho impiattato aggiungendo un filo di olio a crudo e una bella spolverata di parmigiano grattugiato grosso.

Spaghetti aglio, olio e peperoncino rivisitati

Semplice, pure poco calorico (anche se questo non mi ha mai fermata!), piccantino e gustoso, insomma da leccarsi i baffi!! Brava Paola!

P.S. Se vi succede come a me, cioè andate da un’ortolana a comprare gli spinacini e non riuscite a dire di no, così la signora ve ne riempie una busta intera.. dopo aver moccolato un po' per pulirli tutti (ci sono sempre le confezioni di spinaci già puliti da prendere in considerazione per la prossima volta), con quelli in eccesso potrete sempre fare un’insalatina semplice con noci e grana a scaglie, conditi con una fresca citronette...
 
Insalatina spinaci, noci e grana


Fra gli altri primi, ho rifatto un risotto, questa volta con l'originale radicchio di Treviso, sfumato però con un buon vino rosso molto tanninico. Ho accompagnato il tutto, un po' perché sta bene come decorazione del piatto, un po' perché lo rende un piatto completo, con mezzo radicchio stufato in padella, saltato con un po' di aceto balsamico tradizionale. Gli da quel gusto dolcino che unito all'amarognolo del risotto, per me è la morte sua... un’idea come un’altra.

Risotto al radicchio trevigiano