venerdì 10 gennaio 2014

Vi presento Laura,
nuova collaboratrice di Andarmangiando :)

Laura, in cucina Wonder
Mi chiamo Laura, ho 48 anni, una laurea in lingue straniere, una vita e un lavoro molto intensi tra Rimini e Parigi e una gran passione per la cucina e il buon cibo.
Ho anche un marito e una figlia di 17 anni che ogni giorno mi chiedono "cosa si mangia oggi?"
Quando mi sono sposata, ventisei anni fa, non sapevo cucinare assolutamente nulla, ma l'agenda di Suor Germana (qualcuno sa di che parlo?) che mi venne regalata da un parente di un parente di un imbucato alla mia festa di matrimonio, mi ha salvato il ménage famigliare permettendomi passo dopo passo di riuscire a diventare prima una cuoca discreta e oggi, nell'era delle Parodi e delle Clerici, una cuoca direi bravina.
Un marito bretone vissuto anni in Guascogna, con mamma bravissima in cucina, mi ha convertito alla cucina da gourmet della migliore tradizione francese, mescolando ostriche e frutti di mare con quiches e petti di anatra e terrines. Oggi amo mescolare la cucina romagnola con quella bretone, senza disdegnare il sushi, ma stando alla larga da tutto quello che si chiama "nouvelle cuisine" che io detesto.
Che dire? Per cucinare bene ci vogliono (secondo me) due cose sole: passione per il cibo e buoni ingredienti.
Non raccontiamoci sciocchezze che ci vuole tempo, quello serve se vogliamo preparare il cinghiale frollato nello strutto e cotto allo spiedo girato a mano.
Per tutto il resto basta un po' di manualità e voglia di stupire i tuoi cari ogni giorno.