lunedì 31 marzo 2014

Verdura e frutta d'aprile
Luca Ioli

Finalmente... è tempo di  fragole!
Il mese di aprile è un vero spartiacque nel consumo della verdura.
Abbandonate i cavoli, le bietole, i cardi e le patate che ci hanno accompagnato durante l’inverno ed incominciate ad orientarvi su nuova frutta e nuove verdure.
Le fragole incominciano ad ingolosirci dai primi di marzo, ma il loro periodo d’oro è da aprile a luglio, prima sono quasi sicuramente di serra ed il sapore non ne guadagna. La fortuna di avere il meridione dell’Italia, notoriamente più caldo, ci dà una mano ad anticipare le stagioni ma non ce n’è, le fragole vanno consumate dopo il pesce d’aprile.
Le ciliegie incominciano più tardi, occorre aspettare maggio quindi diffidate del rossore di quelle che già appaiono sui banchi dei fruttivendoli.
Anche l’insalata esce dalle serre per respirare l’aria della primavera, ma i due re della tavola di questo periodo sono i carciofi e gli asparagi.
Tutti e due buoni per fare il risotto, i carciofi sono un piatto completo se fatti alla romana, una ricetta semplice e potrete sfruttare come ingrediente la menta che incomincia ad infestare il vaso fuori dalla finestra.
Gli asparagi sono più aristocratici, bolliti in un bricco alto con le punte rigorosamente fuori dall’acqua (perché essendo più tenere si cuociono con il vapore), sono buonissimi tirati un paio di minuti con il burro ed il parmigiano grattugiato così come accompagnati dalle uova al tegamino (non strapazzatele! Gustatevi la dolcezza dell’asparago con la forza del tuorlo cotto!).
Smettete di comprare i piselli surgelati o in scatola e prendete quelli freschi che sono di stagione.
A maggio è tempo di seppia da fare insieme a quelli più grandi, il piatto per le massaie con poco tempo perché il giorno dopo è più buono.
Infine la delizia di aprile, la fava che ora arriva dalla Basilicata, ma a poco a poco diventerà anche nostrana.

Servita fresca con formaggio pecorino ed un mezzo cucchiaino di sale nel piatto da “pucciarcela” dentro diventa il completamento di successo di qualunque vostra cena sia che abbiate come portata forte un primo o un secondo, ma ricordate che la fava serve per fare condimenti per la pasta gustosissimi. Date un occhiata su internet e troverete una quantità di ricette esaltanti.