venerdì 24 ottobre 2014

AndarViaggiando
Ogni scusa è buona per un viaggio #Monaco

La giornata di oggi è stata dura.
Le relazioni del convegno erano molto specifiche, alcune troppo specifiche e spaccavano il capello in molte più di quattro parti... non aiutava il fatto che molti relatori leggessero, senza neanche alzare gli occhi dal foglio, rendendo la mia capacità di comprensione - già messa a durissima prova - ancora più difficile. Ne sono nati comunque degli spunti di riflessione importanti sia a livello di metodologia di studio della storia, sia a livello personale.

Fatto sta che alla terza sezione del pomeriggio, passate le 18.30, il mio povero neurone ha ceduto e sono scappata!
Ho raggiunto Robi, provato da 4 ore di visita a piedi per la città con Patrick, e insieme siamo andati in centro.
In città c'e un sacco di gente, sono solo le 7, ma i ristoranti sono già pieni.


Passeggiando ci imbattiamo prima in un ragazzo che è suona un pianoforte in mezzo alla strada e poi in un'intera band, i Konnexion Balcon - piano, contrabbasso, violino, fisarmonica e due vecchie chitarre usate come percussioni. Non male! e poi nessuno ci aveva mai fatto ascoltare la 9° di Beethoven come progenitrice del jazz...



Proseguiamo in cerca di un posto dove mangiare, ma non è così facile e dopo due tentativi andati a vuoto decidiamo di provare la Hofbrauhaus.
Purtroppo la bellissima sala di sopra è chiusa per una festa privata, per fortuna l'abbiamo vista ieri. Cerchiamo un posto di sotto. Nonostante sia immenso è tutto occupato e fa un caldo tremendo. Sul piccolo palco alcuni ragazzi, in costume tipico, cominciano a suonare: c'è una confusione pazzesca! In molti tavoli cantano e si dondolano tenendosi sotto braccio. Ci guardiamo intorno divertiti e un po' persi finché non troviamo posto in un tavolo sfigatissimo davanti alle cucine accanto a quattro tedeschi che ci permettono di sedere con loro.




Ordiniamo da mangiare a una ragazza in costume bavarese. Weisswurste con senape al miele per me e un HB wurstiplatte - un misto salsicce - per Robi, da bere, naturalmente, birra hofbrau originale nell'unico boccale esistente: quello da litro.
Da una ragazza che passa con un cestino prendiamo un pretzel, il tipico pane intrecciato.
Ottima scelta: la cena è buona ed è arrivata in tempo incredibilmente breve.


Quando la musica riprende ci dondoliamo anche noi a braccetto dei nostri commensali e ogni volta finiamo con un brindisi. È divertente! e i nostri nuovi amici sono simpatici.
Tra uno scambio di battute e l'altro ci offrono da bere: è una grappa alla pera da bere tutta d'un fiato... Buona!
Non possiamo non offrire noi un giro...

Ce ne andiamo divertiti prima che la serata degeneri e io domani non riesca ad alzarmi! Per strada e sul tram che ci riporta in albergo parliamo tra noi solo in inglese... ho finalmente individuato cosa mi serve per parlare fluentemente inglese!!!

Hofbrauhaus
Am platzl, 9 - 80331 Munchen
+49 089290136100
www.hofbraehaus.de
provato il 24/10/2014
euro 46,40
voto :)