lunedì 10 novembre 2014

Olio d'oliva
di Luca Ioli

Bactrocera oleae
La Bactrocera oleae quest’anno l’ha fatta da padrona.
La “mosca dell’olivo” ha avuto una crescita di popolazione enorme in tutti i paesi del Mediterraneo, in Italia grazie alla piovosità estiva se ne è infischiata dei trattamenti, l’umidità l’ha fatta proliferare e le olive le ha pizzicate in gran parte, al punto che è difficile trovarle ed anche chi le raccoglie per conto proprio non riesce a mettere insieme la quantità necessaria per andare in frantoio.

“I nostri associati hanno fatto la scelta della qualità dovuta ad investimenti ed alla ricerca di quantitativi di buone olive sia in loco che in giro per l’Italia”. Dice Giovanni Bucci sacerdote dei frantoiani in CNA alimentazione.“La qualità è buona ma il prezzo è forzatamente alto”.

Ora più che mai vale la pena ricordare la regola base per acquistare olio senza fregature cioè andare in frantoio. La qualità è stata trovata anche in un’annata così difficile, ma il prezzo è maggiore, un litro d’olio di frantoio va sui 8/8,5 euro al litro contro i 6 degli anni precedenti.

Al dettaglio occorre andare su olio italiano che grosso modo (verificati i prezzi sui prodotti d’eccellenza Fior Fiore Coop o Sapori e Dintorni Conad) ha questi prezzi.
“L’olio di qualità quest’anno lo devi prenotare e a un prezzo più alto”. Esordisce sicuro Gianluigi Vasconi Presidente Regionale dell’Ass.ne Frantoiani Oleari, “Ma occorre fare una riflessione, ora come non mai il prodotto extra vergine d’oliva che trovi nella vendita al dettaglio a 3 euro al litro ha la stessa veste del nostro olio, ma non c’entra nulla con questo prodotto. 

Anche in Spagna ed in Grecia la mosca dell’olivo ha colpito la produzione, persino in Nord Africa. Mi viene da pensare che un olio venduto in bottiglia ad un prezzo così basso di olive ne ha viste veramente poche. Non ci si può nascondere neppure dietro la scusa che è olio estero perché i prezzi si sono alzati in proporzione anche nei nostri maggiori paesi concorrenti, persino in Nord Africa senza mettere in conto la difficoltà di trattare un prodotto extra comunitario”.


Insomma ricordatevi che quando si parla di olio il giusto rapporto qualità prezzo è fondamentale, comprando a prezzi troppo bassi si rischia di incappare in una vera schifezza super trattata.