lunedì 9 febbraio 2015

Osteria macelleria Lucchi - Montiano
Luca Ioli

Osteria macelleria Lucchi*
L’Osteria Macelleria Lucchi è una bella storia da raccontare, una storia che inizia nel 1835 a Montiano sulle colline del Cesenate e che arrivata alle soglie del terzo millennio diventa la storia di Vincenzo, gestore di una macelleria, che ha l’opportunità di acquisire i locali adiacenti alla sua azienda, lo fa e la Macelleria Lucchi diventa anche un’osteria.
Il bancone della macelleria c’è ancora, così come le parti di suino e bovino ed i generi alimentari che alle sette del mattino sono lì, pronti per le massaie del paese.
Ma alle sette di sera quando le luci del bancone frigo si spengono si accendono quelle del ristorante ed incomincia una storia tutta diversa.

Dovevamo inventarci qualche cosa - ragiona Vincenzo - ed a me è sempre piaciuta l’idea di un’osteria, così sono partito con questa avventura, mio figlio mi dà una mano e le soddisfazioni non mancano.

Il locale ha una sala a vetro sulla piazza spettacolare, la stufa a legna dà allegria ed intimità, il menù raccoglie il meglio dell’eno gatronomia della zona, unica licenza è la carne per tagliate e fiorentina che è di scottona piemontese.

Antipasti con crostini di fegato, affettati curatissimi da provare, carpaccio di scottona e formaggio di fossa in abbinamento con carciofi, insomma tradizione, ma anche qualche particolarità in overture.

La tagliatella è immancabilmente in cima alla lista dei primi accoppiata ad un ragù di scottona, ma non mancano tortelloni e ravioli anche se il piatto più intrigante è la passata di porro con la pasta lorda che poi sono dei raviolini.

Sui secondi il locale dà il meglio di sé con carni di primissima qualità. Fiorentina di scottona, carni di agnello e suino delle nostre parti. In alternativa una serie di ricette al forno e piatti del giorno.

I vini spaziano da Rimini a Faenza, ma la fanno da padrone le etichette delle colline forlivesi.


Se ci riuscite lasciate un posto per i dessert dove troverete alcune proposte sorprendenti.

Poi è simpatica l’accoppiata padre/figlio, il primo solido dalla stretta di mano ferrea, il secondo raffinato con barba curata, insomma tutto il meglio che la categoria maschile può offrire.
*fotografia tratta da prolocomontiano.it