lunedì 18 maggio 2015

Orientarsi fra i tè
di Luca Ioli

Tipologie di tè

Rimini - dove comprare il tè e scoprirne tutti i segreti 


Già il nome evoca mistero, il Coloniale è una parola d’altri tempi di quando non c’era internet ed i luoghi lontani si materializzavano nei racconti delle persone e nei profumi del caffè, cacao e del tè.
Il Coloniale è una bottega antica in via Tempio Malatestiano nel palazzo Fabbri, è lì da 47 anni, ma al suo interno trovate tutte le novità che riguardano il tè e la vendita on-line va a gonfie vele.

Insomma il nome è antico, ma Roberta la titolare è sempre “sul pezzo”.
Con lei ci avventuriamo nel fantastico mondo dei tè. Il tè è un infuso, o decotto, ricavato dalle foglie di una pianta legnosa, la Camellia Sinensis, che viene coltivata in Cina, India, Giappone, Sri lanka, Bangladesh e Kenia.  

I tre gruppi più importanti di tè sono i tè bianchi, i tè verdi ed i tè neri” attacca Roberta  “Il tè cambia con le caratteristiche morfologiche del luogo dove cresce, grosso modo come il vino”.

E la teina? “Il tè se fermentato produce teina che è una sostanza eccitante, il tè verde che non viene fermentato non ha teina; esiste un tipo di tè, il tè Bancha (che è un tè verde giapponese comune e leggero ndr) che si può assumere tranquillamente la sera”. Alla faccia dei luoghi comuni.

Ma non è la sola cosa interessante che salta fuori da questa chiacchierata: “Il tè Oolong che è un tè semi fermentato è una bevanda che aiuta a bruciare i grassi ed è indicato nelle diete”.
Insomma state comodamente seduti in poltrona e dimagrite.

Ma come si prende il tè? “Noi consigliamo di non prendere le bustine, ma usare un colino o un infusore, questo perché avete a vista le foglie del tè e controllate che non ci siano scarti, inoltre la carta è sempre un elemento alieno, insomma con l’infusore tutto è più naturale anche se meno pratico”.

E che tipo di tè consigliate? “Qui ne abbiamo di tante qualità con prezzi che variano dai 3 euro per 100 grammi sino a 17 euro per i 50 gr del tipo Yin zhen che è il tè dell’imperatore i cui germogli vengono raccolti 2 volte all’anno all’inizio di aprile e di settembre, ma solo se non piove. Io consiglio il tè nero Assam che è un prodotto indiano, dal sapore deciso e speziato, secondo me migliore del comune breakfast, ma le qualità sono tante quindi siate curiosi e trovate il vostro tè personale”.


E mi raccomando, il tè tagliato con il latte è un’usanza inglese sconosciuta nei paesi dove viene prodotto, quindi consiglio di prenderlo puro.

Foto tratta da http://www.finedininglovers.it/