venerdì 19 giugno 2015

Vacanze a Kythira: 4 spunti per capire se fa per te!

La spiaggia di Kaladi
La spiaggia di Kaladi
Kythira è un'isola greca dell'arcipelago ionico, in corrispondenza del 'dito' più a est del Peloponneso. Sufficientemente grande da avere un aeroporto, è scarsamente popolata - gli abitanti sono 3.000 in tutto - ed è ancora in gran parte incontaminata. Non ne avevo mai sentito parlare finché una amica di mia madre non l'ha invitata a passarci un paio di settimane e così domenica siamo arrivate a Paleopoli, ospiti della famiglia Frilingo.

Sulla cartina con Paleopoli sono indicati una spiaggia e delle rovine micenee. In effetti la nostra residenza si presenta all'improvviso: una graziosa costruzione bianca con porte e finestre blu in mezzo al nulla, circondata dagli ulivi, davanti il mare.
Residenza Skandia - Paleopoli
Residenza Skandia - Paleopoli
Un vero e proprio centro abitato non c'è, il primo è Avlemonas, piccolo piccolo, a circa 3 km di distanza.
Porticciolo di Avlemonas
Porticciolo di Avlemonas
La prima considerazione allora è questa: avere una macchina qui è essenziale, anche perché non esiste un vero e proprio trasporto locale, gli autobus passano se e quando vogliono - personalmente ne ho visto uno in cinque giorni - e in ogni caso non passano da qui! Per chi, come noi arriva in aereo, è possibile affittare un'auto in aeroporto da Panayotis, ma forse sarebbe meglio prenotarla per tempo perché se è vero che a Kythira ci sono pochi turisti, è anche vero che le disponibilità di posti letti e servizi vari sono molto limitate.
L'unica cosa che possiamo raggiungere a piedi da casa è il mare. Attraversando un breve tratto di macchia mediterranea punteggiata dal giallo delle ginestre o dal violetto del timo, lungo quello che credo sia il letto di un fiume, si arriva a una spiaggia di sassi, piuttosto lunga e soprattutto deserta - al massimo dell'affluenza ho contato 7 persone comprese noi 3, ma negli ultimi tre giorni eravamo sole - bellissima con il mare trasparente - anche se ieri in superficie non era pulitissima :(
La spiaggia di Paleopoli
La spiaggia di Paleopoli
La seconda considerazione allora è questa: la 'nostra' spiaggia è stupenda, deserta e scomoda.
È scomoda da raggiungere - seppur vicina -;
non ha nessun tipo di servizio - niente chioschetto, niente ombra, niente bagno... -;
è di sassi: sufficientemente grossi per far male sotto i piedi e la schiena, insufficientemente grandi per sdraiarvisi sopra!
In poche parole: non è per tutti.
Riassumendo, una vacanza a Paleopoli fa per te se:
stai cercando un posto tranquillo, lontano dalla gente, dove poter riposare, leggere e andare in spiaggia seguendo i ritmi della giornata - mattino e tardo pomeriggio in spiaggia, ore centrali della giornata in casa o sotto gli ulivi;
hai voglia di sbatterti un pochino: devi prendere la macchina per andare a fare la spesa o per andare a mangiare qualcosa; devi portati dietro l'acqua, l'ombrellone, il materassino se vuoi bere, ombra e comodità quando sei in spiaggia;
hai i compagni di viaggio ideali;
ti piace dormire immerso nel canto dei grilli, con un cielo immenso strapieno di stelle sopra la testa e una sensazione di tranquillità e piacevole vuoto intorno.
p.s. Martedì sera ho visto una delle stelle cadenti più grande,  lenta e vicina che abbia mai visto: una meraviglia...